Seconda tappa Rallye du Maroc: 359 km di percorso misto

Sono partiti questa mattina i piloti per la seconda tappa di questo Rally, ultimo importante prima della12mard1fr1124.jpg tanto attesa Dakar che verrà presentata a Parigi il 21 novembre. Meglio tardi che mai alla fine ieri le classifiche sono uscite e così abbiamo scoperto, questa volta con certezza assoluta, che nelle moto il trionfatore della giornata è stato Helder Rodriguez e nelle auto il brasiliano Giullermo Spinelli.

Oggi seconda tappa, sempre con partenza ed arrivo ad Erfoud. Helder è partito per primo alle 8,30 davanti a Marc Coma e Ciryl Despres, mentre la prima vettura, la Mitsubishi di Spinelli, prenderà il via de rooy.jpgalle 9,51. In Marocco i camion partono in mezzo alle auto, e non in coda – nonostante i sentieri e le strade strette – e questo significa che il migliore di ieri, Gerard De Rooy partirà dalla quinta posizione assoluta, dietro Ten Brinke e davanti a Boris Garafulic su Bmw.

Miki Biasion retrocede in classifica per una penalità di 30 minuti che lo fa scivolare nella dodicesima piazza assoluta della classifica, alle spalle della Jacinto che con il suo Man oggi partirà davanti all’equipaggio italiano: un solo minuto fra i due camion al via e – se la memoria non mi inganna – non sarà facile per Miki passare la portoghese che è un osso duro da superare. Biasion ha avuto i 30 minuti di penalità per un eccesso di velocità: in un tratto da 50 km/h sono passati a 57 chilometri orari e questo ha fatto scattare la sanzione. Il problema, se vogliamo dirla tutta, è legato ad un cambiamento nel regolamento avvenuto proprio la sera primarallyedumaroc,rally del marocco,iveco,rallye du maroc 2012,rally du maroc npo,npo,rallye tout terrain,tout terrain,gerard de rooy,miki biasion,honda torna ai rally,helder rodriguez,bordone ferrari del via.

Alla Dakar quest’anno i camion saranno limitati nella velocità a 140 km/h e in Marocco hanno deciso solo all’ultimo istante di non inserire – ripeto non – questo limite nel loro regolamento. Non è una cosa complicatissima da applicare ai camion, bisogna però agire sulla centralina e così domenica all’ultimo isatnte, tutti hanno lavorato per ripristinare la velocitò di 150 km/h. In realtà tutto funziona con un tasto, ma ieri quello dell’Iveco di Miki non ha funzionato a dovere e così nel tratto da 50 km/H Biasion ha passato la velocità prevista ed è stato penalizzato. Anche Leonid Novitskiy ha preso 30′ di penalità ma non sono ancora riuscita a scoprire perchè !

Maurizio Traglio, dopo Biasion, è il migliore degli italiani, e si trova in 18. posizione assoluta.

A proposito per saperne di più sulla gara il sito ufficiale è:

http://rallyemaroc.npo.fr/posi/

ma ci vuole pazienza perchè le classifiche escono praticamente a notte inoltrata…speriamo oggi le cose migliorino un po’ dopo il rodaggio del primo giorno.

Seconda tappa Rallye du Maroc: 359 km di percorso mistoultima modifica: 2012-10-16T09:58:00+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento