Baja d’Aragon: chi corre in moto

Archiviato il Silk Way Rally 2012 passiamo subito alla Baja d’Aragon che in questo momento sta dando il via alla sua prima vettura per il prologo. Ieri, e stamattina, si sono tenute le verifiche amministrative e tecniche a Saragozza e da oggi si passa a parlare di tempi cronometrati.

In attesa di saperne di più sulla prima sfida – la super speciale, appunto, composto da 5 chilometri e mezzo – vediamo di capire chi c’è a questa 29. edizione della Baja d’Aragon, gara mitica nata negli anni 80 e venuta via via trasformandosi in questi ultimi anni.

Fra moto e quad al via ci sono 45 concorrenti e spiccano fra questi gli uomini del team Bordone Ferrari, Gerard Farres numero 202 e Jordi Viladoms, 204, in sella ad una TM 530. Con il numero 205 c’è il primo italiano, e cioè Alex Zanotti, in sella ad una TM Baja, mentre il 210 appartiene a Manuel Lucchese, su Husaberg. Farres ha vinto l’ultima edizione della Baja ma in tutto nel suo palmares ci sono 3 vittorie e per questo parte a caccia del 4° successo.

baja spain, baja d'aragon, gara in Spagna, Saragozza, baja di saragozza, baja d'aragon, baja daragon, campionato baja, cross country FIM moto, tout terrain, Bordone Ferrari, Nicola DuttoL’altra novità è costituita da Nicola Dutto (numero 306) che esordisce in questa Baja in sella ad una moto tutta particolare e cioè una Suzuki RMZ 450 X, preparata ed adattata apposta per lui. Fino ad oggi Dutto aveva corso in altre categorie dopo l’incidente alla Baja di Pordenone, del 2010, che gli causò gravi lesioni alla colonna vertebrale. “La moto è statabaja spain,baja d'aragon,gara in spagna,saragozza,baja di saragozza,baja daragon,campionato baja,cross country fim moto,tout terrain,bordone ferrari,nicola dutto,ghino mozzini,il ricordo di ghino mozzini mentre parte la 29. baja d'aragon realizzata con tecnologie all’avanguardia – ha spiegato Nicola – ho una frizione automatica e il comando del selettore del cambio è spostato al manubrio. Inoltre un roll bar mi garantisce in caso di caduta”.

Nicola Dutto corre nella categoria Open così come Federico Ghitti (308) che è in sella ad una Ktm. 

Infine una nota venata di tristezza. Non posso fare a meno di pensare, al via di questa Baja Spain, a Ghino Mozzini. Il pilota di moto, nonchè grande amico del mondo dei rally e dell’enduro, ha corso per anni questa gara: nonostante la sua età, Ghino era sempre al via della popolare gara, così dura e difficile, ed era, per gli spagnoli stessi, una presenza simpatica e costante. Ghino non avrebbe mai rinunciato ad una Baja a Saragozza e ne abbiamo parlato anche l’ultima volta che ci siamo incontrati. Scomparso poco più di un mese fa, Ghino, sono sicura, controllerà la gara dall’alto. Un forte abbraccio va a tutta la sua famiglia che – sono sicura – vivrà questa edizione della Baja d’Aragon con una profonda tristezza ed emozione nel cuore.   

Baja d’Aragon: chi corre in motoultima modifica: 2012-07-20T18:52:00+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento