Ad una tappa dalla fine si rafforzano i vantaggi in classifica

La sorpresa di oggi non è tanto la vittoria di tappa di Vladimir Vasilyev – con il G silk way rally 2012,swr 2012,tout terrain,cross country fia,russia,mosca,sochi,kamaz,overdrive toyota,proto xi dessoude,proto nissan,christian lavieille,jerome pelichetForce – o il primo posto in classifica di Lavieille con il suo Proto XI quanto il secondo posto in classifica generale di Jerome Pelichet, con la Toyota Overdrive.

Il pilota francese che abbiamo sempre visto correre con il Bowler Wildcat ha compiuto il grande passo e ha deciso in questo Silk Way di provare questa portentosa Toyota della belga Overdrive. Nei primi giorni di gara ci ha preso la mano, ha capito come si guidava – ieri ha commesso qualche errorino – e poi ha cominciato la scalata alla classifica.

silk way rally 2012,swr 2012,tout terrain,cross country fia,russia,mosca,sochi,kamaz,overdrive toyota,proto xi dessoude,proto nissan,christian lavieille,jerome pelichetOggi la speciale l’ha vinta Vasilyev (con la vettura che vedete nella foto accanto !!!!)  appunto, davanti a Lucio Alvarez, l’argentino con l’altra Toyota, staccato di un minuto e mezzo circa al traguardo, mentre Christian Lavieille con il Proto di Dessoude ha preso la terza posizione di giornata, davanti a Gadasin che ha rimontato. Tutti questi piloti però hanno avuto problemi nei giorni scorsi e militano quindi nelle posizioni più arretrate in classifica: Alvarez è settimo assoluto, Vasilyev 14°, Gadasin terzo. Il francese della Nissan è primo assoluto, davanti per l’appunto a Pelichet che ha scalato la classifica fino ad arrivare in seconda posizione con un distacco da Christian di 12’34”. Pochi se si calcola che la vettura di Desooude è nuova ed è ancora in fase di test e che la speciale di domani sarà di 452 km, salvo tagli dell’ultimo momento. Oggi, per esempio, l’equipaggio Nissan si è dovuto fermare per pulire il radiatore dall’erba e dalle api che si erano ammucchiate sulla parte frontale creando uno spessore di ben 3 centimetri. Ma i francesi non sono preoccupati anche se le speciali, per esempio quella di oggi, non sono certo facili: oggi oltre ai tratti sabbiosi hanno trovato anche il fango e l’erba chameaux, proprio come in Africa.silk way rally 2012,swr 2012,tout terrain,cross country fia,russia,mosca,sochi,kamaz,overdrive toyota,proto xi dessoude,proto nissan,christian lavieille,jerome pelichet 

Non a caso la speciale era stata accorciata: le forti piogge della notte infatti, hanno convinto gli organizzatori a tagliare l’ultima parte della ps che dai previsti 506 chilometri è stata accorciata a 380. I piloti ora si trovano ancora a Elista, visto che la tappa odierna era ad anello e si muoveranno domani per l’ultima tappa, verso Maikop.

Fra i camion vittoria di Ales Loprais con il suo Man, partito con la febbre stamattina. La prima posizione in classifica però è di Eduard Nikolaev, su Kamazsilk way rally 2012,swr 2012,tout terrain,cross country fia,russia,mosca,sochi,kamaz,overdrive toyota,proto xi dessoude,proto nissan,christian lavieille,jerome pelichet staccato di 8’45” dal Man di Loprais.  

Ad una tappa dalla fine si rafforzano i vantaggi in classificaultima modifica: 2012-07-11T20:47:50+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento