Schlesser al Silk Way Rally…ovviamente !

ASO smette di organizzare il Silk Way Rally, o meglio chiude il contratto con i russi per l’organizzazione della gara estiva (si parla di 10 milioni in tre anni) ed ecco che arriva Schlesser…in gara ovviamente. Il pilota francese ha annunciato ieri la sua partecipazione, per la prima volta, alla gara russa.

Jean Louis Schlesser andrà al Silk Way Rally, in programma dal 7 al 13 luglio in Russia con partenza nuovamente da Mosca ed arrivo come da tradizione a Sochi, o meglio a Gelendzhik, vicino alla sede dei giochi olimpici invernali nel 2014. Un bel colpo per il pilota francese, patron dell’Africa Race, che non ha mai nascosto la sua antipatia per ASO, al punto da arrivare appunto ad organizzare una gara nello stesso periodo della Dakar in Africa. I metodi di ASO a Jean Louis non sono mai piaciuti e ha sempre dichiarato pubblicamente la sua inimicizia: era quindi quasi ovvio che, nel momento in cui la Schlesser.JPGsocietà francese fosse uscita dall’organizzazione, Schless avrebbe aderito alla gara. Così ieri ha confermato la sua partecipazione, ritornando in terra russa dopo una lunga assenza che risale alle ultime gare di Renè Metge sul territorio (alla Transorientale nel 2008  Jean Louis venne con una Porsche Cayman viaggiando insieme ad un giornalista di Paris Match). 

Il francese sarà in buona compagnia, stando alle informazioni attuali, visto che si parla di Chabot, Patissier – Isabelle – Smulevici, mentre Nasser Al Attiyah si dice molto dispiaciuto di non poter essere presente, ma si sa, lui sarà occupato con le Olimpiadi di Londra e quindi in quel periodo, diciamo per tutta l’estate, le auto saranno off limit per il qatariano !

Le ricognizioni portate avanti da Pierre Lartigue e Stephane Le Bail si sonoswr12_route_big.jpg appena concluse ed il percorso appare un po’ diverso da quello tradizionale degli ultimi due anni con 3823 chilometri di tracciato, di cui poco più di 2000 di prove speciali. Le verifiche si terranno sulla Piazza Rossa il 6 luglio, mentre le iscrizioni si chiuderanno fra pochi giorni, il 15 giugno. Al momento non si sa quante iscritti ci siano ma sembra non moltissimi e la ragione è più che ovvia. I russi si sono messi in proprio aiutati dai francesi – tanto è vero che hanno aperto un ufficio a fine marzo a Boulogne –  una decina di persone occupate a tempo pieno nell’organizzazione. I fornitori francesi però sono stati tutti eliminati, a favore di quelli russi e c’è da vedere chi andrà ad occuparsi della direzione gara, quali commissari di percorso, quali addetti ai concorrenti, quale responsabile della logistica e dei trasporti…La domanda è lecita visto che andare a lavorare per il SWR vorrà dire mettersi contro ASO ed essere automaticamente estromessi dalla Dakar che, si sa, dà lavoro, e da mangiare, a moltissimi addetti al settore.

Inoltre le iscrizioni sono andate, e stanno andando un po’ a rilento perchè la società francese non sta più esercitando le pressioni sul SWR come faceva nelle passate tre edizioni con i piloti intenzionati a partecipare poi alla Dakar. E quindi senza più l’obbligo – fra virgolette – di prender parte al Silk Way quanti piloti parteciperanno spontaneamente ? Soprattutto senza calcolare che il 20, 21 e 22 di luglio ci sarà la Baja di Spagna, valida per la Coppa del Mondo FIA RTT ? Chi va al Silk Way non farà in tempo a tornare e ad utilizzare lo stesso mezzo per la gara: ce ne vorranno due, oppure la possibilità di caricare l’auto su un aereo, cosa un po’ dispendiosa. Solo Schless avrà – secondo me – la possibilità di usare due veicoli diversi, uno per il SWR e l’altro per la Baja a cui non può assolutamente mancare vista la sua posizione in classifica FIA.

I siti per saperne di più sul Silk sono www.silkwayrally.ru mentre per la Spagna potete far riferimento a www.bajaspain.com

Schlesser al Silk Way Rally…ovviamente !ultima modifica: 2012-06-06T10:30:25+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento