Sealine: vittoria di tappa per la Mini di Al Rajhi e la Husqvarna di Barreda

Nonostante una foratura – ieri ne aveva collezionate due – l’arabo Al Rajhi ha sealine cross country rally,sealine,rally raid,tout terrain,cross country,coppa del mondo tia cross country,campionato mondiale fim cross country,ktm,bmw,mini all 4 racing,toyota overdrive,al attiyah,barreda,husqvarnavinto oggi la seconda tappa del Sealine Cross Country Rally in Qatar battendo il padrone di casa, Nasser Al Attiyah (Toyota) che conserva la leadership nella classifica assoluta. Barreda vince la tappa ma ieri sera si era visto retrocedere in 34. posizione a causa di 2 ore di penalità per aver saltato un wpt. 

Seconda tappa del Sealine Cross Country Rally ed eccoci a fare i conti con i distacchi che si assottigliano un pochino. Nele auto la vittoria di oggi è andata al pilota dell’Arabia Saudita, Yazeed Al Rajhi su Mini All 4 Racing che è riuscito a disputare una buona tappa, nonostante la foratura nell’ultima parte della speciale. Al Attiyah ha chiuso in seconda posizione, davanti all’altra Mini, quella di Al 2012_Khalifa_Al_Mutaiwei_Qatar_X-raid_35958[1].JPGMutaiwei (nella foto) che con questo risultato si porta davanti al suo avversario numero uno per la Coppa del Mondo, Jean Louis Schlesser, oggi sesto. Nasser è primo, dunque – una foratura anche per lui oggi – con un vantaggio di 8’55” su Al Rajhi che a sua volta precede il “compagno di squadra” di circa 19 minuti. Lucio Alvarez (Toyota) è quarto e Schless solo sesto assoluto davanti a Gadasin.

Per le moto dicevamo, miglior tempo per Joan Barreda che ha rifilato al secondo, Helder Rodrigues la bellezza di 7’10” e quasi 10 a Marc Coma mentre bravissimo è stato Paulo Goncalves a recuperare il ritardo di ieri e a chiudere in quarta posizione assoluta, davanti a Chaleco Lopez.

La speciale non era facile viste le tante tracce di ieri (il percorso era in parte lo stesso) e la navigazione ha messo a dura prova più di qualcuno. Farres è il migliore dei piloti di Bordone Ferrari, settimo : Jordi Viladoms che aveva qualche problema intestinale ha chiuso solo nono la giornata, ma è la classifica generale quella che conta ed ecco dunque, che Jordi si porta in terza posizione assoluta dietro Marc Coma ed Helder Rodrigue staccato dallo spagnolo di meno di un minuto mentre Viladoms rispetto a Coma ha un distacco di 15 minuti. Purtroppo Alessandro Botturi che stava correndo alla grande chiudendo nei primi dieci ha avuto una panne elettrica e si è fermato a 20 km dall’arrivo. Sfortunato anche Chaleco (nella foto)che ha chiiuso 5° laqatar_lopez_stage2.jpg speciale ma è caduto anche lui poco lontano dal traguardo e si è provocato un’ustione alla gamba destra e un’abrasione alla spalla sinistra. Paolo Ceci ha finito la speciale con la undicesima posizione mentre nell’assoluta è settimo.

Ma gara a parte nella serata di mercoledì la riunione di giuria ha ribaltato un po’ la classific amoto: è stato allora infatti che sono state affibbiate un po’ di penalità e Barreda ha avuto la peggio visto che si è visto precipitare in 34. posizione – da cui è ripartito stamattina- per colpa delle due ore di penalità dategli per il salto di un wpt nella speciale di mercoledì. Altre penalità sono state data ad Al Attiyah per eccesso di velocità – un minuto – e ad altri piloti auto, fra cui il cugino di Nasser – Faisal Al-Attiyah – e anche Vladimir Vasilyev.

Domani si corre quella che sembra essere la tappa più difficile dell’intero rally, ed anche la più lunga. 357,99 km di deserto – meno sabbia di oggi ma più piste –  nel sud del Paese verso Abu Samra e da lì verso est passando accanto al mare.

Sealine: vittoria di tappa per la Mini di Al Rajhi e la Husqvarna di Barredaultima modifica: 2012-04-19T16:51:03+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento