Abu Dhabi Desert Challenge: come sta andando?

E’ iniziato da due giorni l’Abu Dhabi Desert Challenge seconda prova della Coppa del Mondo FIA Rallyes Tout Terrain (la prima era stata l’Italian Baja di Pordenone) e prima per il Campionato Cross Country FIM.

Gli equipaggi italiani al via non sono pochi, sia nelle auto che nelle moto, e fra loro ci sono nomi di livello, visto per esempio il team Bordone Ferrari nelle due ruote, o Maurizio Traglio nelle 4 ruote. Seguire il rally non è facilissimo perchè il sito ufficiale http://abudhabidesertchallenge.com cerca di essere affidabile ma non sempre ci riesce, se non a tarda ora, alla sera…Ma possiamo comunque cercare di capire come sta andando e soprattutto chi c’è in testa alle classifiche.

Innanzitutto i numeri: le moto sono 73 e fra queste i nostri Silvia Giannetti,bmw, mini all 4 racing, abu dhabi, cross country, rally tout terrain, coppa del mondo FIA, desert challenge, al mutawei, bordone ferrari, paolo ceci Alessandro Botturi, Paolo Ceci, Manuel Lucchese e Checco Tonetti in quad. Le auto sono 32 e fra queste i gemelli De Lorenzo, Maurizio Traglio appunto, e il francese Didier Vacher che è copilotato da Maurizio Dominella. Inoltre c’è Tommaso Castellazzi come sempre da solo e con la sua Land Rover. Oltre ai nostri piloti italiani ci sono diversi grossi nomi, a cominciare da Jean Louis Schlesser a Khalifa Al Mutawei che corre, come a Pordenone, con una Mini All 4 Racing. Nelle moto invece troviamo Marc Coma, Helder Rodrigues, tutto il team Bordone Ferrari, e quindi anche Jordi Viladoms e Gerard Farres, il gruppo dei polacchi su Ktm e i due alfieri Husqvarna della Dakar, cioè Barreda e Goncalves.

In testa alla gara, dopo due tappe, c’è proprio Joan “Dinamite”Barreda con la sua Husqvarna che conferma il suo ottimo stato di forma come aveva già fatto in Sud America, a gennaio, e in seconda posizione c’è Marc Coma: alle sue spalle oggi si è portato Jordi Viladoms, risollevando un po’ le sorti del team italiano che subito dopo il via si era ritrovato ad affrontare qualche problemino – come per esempio la rottura del motore per Botturi nella prima tappa.

Nella classifica delle auto in testa troviamo Jean Louis Schlesser che nonostante il caldo – oltre 40 gradi – e la sua due ruote motrici, domina sugli altri sulle sabbie e le dune degli Emirati. Alle sue spalle la Mini di Al Mutawei – che oggi ha vinto la tappa – staccata di poco più di 20 minuti, ma come dicevo prima le classifiche sono provvisorie perchè non bmw, mini all 4 racing, abu dhabi, cross country, rally tout terrain, coppa del mondo FIA, desert challenge, al mutaweivengono aggiornate e bisogna trovare le informazioni presso altre “forze”. Alcuni piloti, fra cui il nostro Maurizio Traglio, hanno cominciato la tappa oggi con una penalità di dieci ore sulle spalle: è toccata a tutti coloro che ieri (lunedì)non sono riusciti a completare la prima tappa.

Al termine del rally mancano ancora tre giorni e due di questi si svolgeranno a margherita intorno al bivacco di Qasr Al-Sarab. 

Abu Dhabi Desert Challenge: come sta andando?ultima modifica: 2012-04-03T20:47:47+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento