Il binomio De Rooy – Iveco

Gerard De Rooy ha vinto la 33. edizione della Dakar. Il nome della sua famiglia non veniva scritto nel palmares della Dakar da ben 25 anni, esatti esatti. Allora fu suo papà Jan, con un Daf, a vincere la competizione.  

Negli anni poi ci aveva riprovato Jan a vincere, battendosi negli anni Novanta con Perlini e poi nell’ultimo decennio con Kamaz e Tatra. Ma il colpaccio non gli era mai riuscito e si è dovuto aspettare suo figlio per poter bissare questo successo olandese. Una vittoria che per la prima volta porta l’Iveco – e quindi una Casa italiana – sul gradino più alto del podio, ma è anche la prima volta che un Musone trionfa alla Dakar. Ho chiesto in giro ad un po’ di “fossili” come me ma a nostra memoria non ci sembra proprio che mai prima di ora un camion con il “gran naso” come lo chiamano in gergo, abbia mai vinto.

dakar 2012, competizione camion, de rooy, iveco alla dakar, iveco vince la dakar 2012E così il biondo Gerard è riuscito nel colpaccio e la felicità di questi tre ragazzotti che viaggiavano in gara con la musica jazz e che al traguardo si abbracciavano in cabina gettandosi uno addosso all’altro, e uno dei ricordi più belli che mi resteranno della competizione camion. Gerard aveva smesso di correre in camion due anni fa perchè un incidente, durante un rally, aveva danneggiato seriamente la sua schiena. L’olandese però non si era mai arreso al destino e aveva continuato a crederci, fino allo scorso anno quando dopo una sola tappa della Dakar, e quindi a Cordova aveva preso un aereo e aveva abbandonato tristemente la gara perchè non riusciva a guidare tanto era il dolore. Ma a differenza di quanto si potrebbe pensare Gerard tornò a casa nel gennaio scorso e comincioò con suo papà a lavorare al progetto di un camion che non mettesse così a dura prova la schiena. La lampadina si è accesa quando è saltato fuori il Powerstar, un camion che l’Iveco produce e commercializza in Australia. Con questa cabina la ripartizione dei pesi è completamente differente, l’asse anteriore è posizionato diversamente rispetto al camion con il muso piatto e il comfort è nettamente superiore. Gli spazi in cabina sono il doppio rispetto un camion tradizionaleiveo alla dakar, dakar 2012, de rooy e soprattutto i salti e gli scossoni vengono ammortizzati in modo totalmente diverso.

Così Gerard è potuto, non solo tornare a correre, ma anche a vincere-

Come se non bastasse i De Rooy hanno ottenuto una doppietta visto che al secondo posto hanno sistemato il bravo Hans Stacey – ex uomo Man – che ha corso anche lui una buonissima gara. La festa sarebbe stata completa se solo al terzo posto ci fosse stato chi meritava di esserci e cioè Miki Biasion che ha vinto un gran numero di prove speciali ma purtroppo nella settima tappa ha rotto la frizione ed è rimasto in speciale a cambiarla, pagando poi un ritardo in classifica di 6 ore.

Il binomio De Rooy – Ivecoultima modifica: 2012-01-18T21:34:01+01:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento