La giornata comincia con calma, e poi….

Stamattina sembrava quasi una giornata di riposo. La partenza della speciale più tardi del solito (alle 9,55) per il cielo plumbeo, normalissimo qui a Copiapo, tutte le mattine. Poi lo scoppio del gran caldo, dalle 10 e mezza circa e tutte le assistenze che approfittano del fatto che qui rimarremo tre giorni per andare a fare spese.

 Lavanderie piene, supermercati ancora più pieni, e il magico Jumbo – che è jumbo supermarket, dakar 2012, copiapouno dei miei punti di riferimento in Cile – che ha pensato bene di riservare una parte del suo parcheggio alla Dakar.

Molto furbi visto il via vai di gente che è andata su e giù nella mattinata per fare compere. Poi verso le 11 tutti di nuovo al bivacco dove quest’anno uno degli sponsor, la Karcher ha avuto un’idea mica da ridere: ha allestito una serie di lavaggi appositi per auto, moto e camion all’entrata del bivacco. E così è cominciata la sfilata ed ognuno si è lavato il proprio mezzo, compresa io che come vedete quest’anno viaggio con un Toyotone. Bello grande, spazioso e con tanto di frigorifero capiente. La Maggiolina che si intravvede sopra non è certo mia, ma del padrone della macchina che altri non è se non Giuliano Airoldi, conosciutolavaggio auto.jpg nel mondo del fuoristrada come Magilla.

Una volta lavata la macchina è cominciato il lavoro vero, aspettando i piloti che a quel punto stavano già correndo nella seconda speciale della giornata. Una tipica speciale della Dakar – o meglio ancora, la classica di Copiapo – come l’ha definita Paulo Goncalves che con la sua Husqvarna oggi ha ottenuto il 3° posto assoluto di giornata. La gara è stata bella e l’arrivo dei primi due da fotofinish. Erano Coma e Despres che hanno viaggiato praticamente quasi sempre insieme anche se spesso il francese ha lasciato andare avanti Coma e si è limitato a controllarlo da vicino. Comunque al traguardo sono arrivati insieme, con 3 secondi di differenza perchè Cyril ha chiuso il gas un po’ prima, e si sono anche dati la mano, proprio sulla linea d’arrivo.

Un bel gesto che la televisione ha commentato positivamente svelando il nomignolo dei “fratelli nemici” che hanno appioppato ai due alfieri Ktm. Gli italiani se la sono cavata bene, e l’intero team Bordone Ferrari era fiero e soddisfatto della prestazione dei suoi uomini. Poi via via sono arrivati gli altri: stasera al bivacco ho visto Picco – pieno di contusioni ed ematomi per il volo dei giorni scorsi – poi Astori, Pederzoli, Tonetti – padre e figlio – mentre diversi altri italiani già ritirati hanno approfittato del volo del pomeriggio per rientrare in patria.

La serata poi – in realtà – è ancora lunga. All’appello mancano ancora un sacco di auto e camion, ed anche moto, come quella di Manuel Lucchese che è rimasto fermo in speciale per un problema. Dopo 4 ore e mezza è riuscito a ripararlo ed è ripartito, ma erano ormai le 20,30 e quindi si troverà nelle dune con il buio. Ma non sarà solo visto quanta gente ancora deve rientrare.

Brutte notizie anche per Miki Biasion che alle 22 non era ancora rientrato. Per lui una foratura nella prima speciale, che lo aveva spinto nella quindicesima posizione e poi la rottura della pompa della frizione. Uno dei camion Iveco De Rooy – che partiva dietro – ha dato loro il pezzo di ricambio e il meccanico ha riparato il danno, solo che anche loro hanno dovuto attraversare le ultime dune, circa 40 chilometri, a detta dei più veramente brutte, con il buio. Davvero un brutto modo di festeggiare i suoi 54 anni per Miki. Stesso discorso per le due Panda, che oggi stanno veramente sputando sangue per cercare di arrivare a fine tappa. 

Mi raccomando, non scordatevi di guardare gli album di foto: li aggiorno ogni volta con qualche chicca.

La giornata comincia con calma, e poi….ultima modifica: 2012-01-08T03:54:21+01:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “La giornata comincia con calma, e poi….

  1. La lista dei partenti della tappa odierna Copiapò – Antofagasta, tra le auto non appaiono le due Panda; al tempo stesso non appaiono nemmeno fra i ritirati e ciò mi consente di credere che siano ancora in gara e che la lista non sia completa a causa degli arrivi in forte ritardo nell’ultima tappa di sabato 7 gennaio 2012. Spero di avere aggiornamenti positivi a breve. Grazie per l’impegno e la collaborazione da parte Vostra.

Lascia un commento