Claudio Bellina alla Dakar 2012 con un Ginaf ufficiale

Pronti ad affrontare la nuova avventura con un Ginaf ufficiale. Questa la realtà di Claudio Bellina, Giulio Minelli ed Alessandro Perico alla Dakar 2012.

Ogni anno alla Dakar con un camion diverso, più o meno ! Questa è la realtà di Claudio Bellina che quest’anno passa a tutti gli effetti nella categoria dei piloti ufficiali. Guiderà ginaf bellina sx.jpginfatti, un Ginaf ufficiale, fornito dalla Casa olandese e accanto a lui ci sarà l’inseparabile Giulio Minelli – in arte ‘Topo’ – e per il secondo anno consecutivo, il rallista Alessandro Perico. Un bel traguardo ed anche una bella soddisfazione per Claudio che attende con ansia questa Dakar che affronterà dall’alto del Ginaf con il numero 517 sulla fiancata.

Del suo stesso team faranno parte il capo assoluto del team e cioè l’olandese Wuf Van Ginkel, che partirà con il numero 506, quindi Martin Van Den Brink – olandese anch’egli – numero 510 e infine Jos Smink, numero 525. Uno squadrone di quelli veri e possenti che ha organizzato, per andare sul sicuro, una sessione di prove con ben 4 camion e circa venti meccanici nel mese di ottobre. Si sono trovati, piloti ed entourage, in Marocco – intorno alla duna di Merzouga – per provare il camion e la prima impressione è stata buonissima. “Il camion è fantastico – racconta Claudio Bellina – hanno tolto le sospensioni idrauliche eginaf, claudio bellina, alessandro perico, giulio minelli, montato quelle ad aria ed è cambiato tutto. Ora ci sono 8 ammortizzatori Reiger ed è tutt’altra musica”.

Il motore è un CAT da 18 litri che sviluppa 950 cavalli, come da scheda tecnica ufficiale della Casa olandese. 

“I test hanno evidenziato un camion molto più veloce e scattante. Anche se la velocità è limitata a 150 km/h le prestazioni sono migliorate moltissimo. Il mezzo è più brillante, scatta meglio e ti accorgi della spinta maggiore quando acceleri. La coppia è molto bassa e quando apri il gas ti rendi conto che sotto c’è un motore che ti asseconda”. Un mezzo performante dunque, che chiede ancora più attenzione però a chi lo guida. “Assolutamente sì – dice ancora Claudio Bellina – dovrò stare attento a non lasciarmi prendere la mano perchè questo veicolo ti invita a farlo. E invece dobbiamo stare attenti per non finire a farci male. Abbiamo visto lo scorso anno in quanti si sono capotati nelle prime giornate di gara ed alcuni si sono anche fatti male”.

Insieme ai due inseparabili Bellina e Minelli, torna Perico, il rallista che per la prima volta salì, nell’edizione 2011 della Dakar, su un camion. “Alessandro alla fine, dopo lo choc iniziale di gennaio scorso, si è divertito ed ha accettato con entusiasmo di ripartire insieme a noi. Lui mi ha insegnato moltissimo stando in cabina con noi. Mi ha fatto capire quando sterzare, in che modo, quando tirare la staccata, come frenare, come gestire e dosare l’acceleratore. Un giorno forse proverà anche lui a correre alla Dakar, magari non in camion ma su un mezzo performante e veloce, come potrebbe essere una vettura di alto livello”.

L’obiettivo di quest’anno? “Prima di tutto arrivare, perchè sappiamo bene le incognite di una gara come la Dakar. Però sono anche convinto che se non facciamo errori o commettiamo sciocchezze, se sappiamo dosare le nostre energie e forze, possiamo stare fra i primi dieci”.

Claudio Bellina alla Dakar 2012 con un Ginaf ufficialeultima modifica: 2011-12-02T11:27:50+01:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento