Dakar 2012: istruzioni per l’uso

La macchina della Dakar ha ripreso a marciare a pieno ritmo dopo lo stop di agosto per le ferie. La Aso sta lavorando per mettere tutto in ordine e cominciare ad organizzare la parte burocratica e logistica per tutti i partecipanti, ma le novità ci sono e vanno lette con attenzione.

La macchina della Dakar ha ripreso a marciare a pieno ritmo dopo lo stop di agosto per le ferie. La Aso sta lavorando per mettere tutto in ordine e cominciare ad organizzare la parte burocratica e logistica per tutti i partecipanti, ma le novità ci sono e vanno lette con attenzione.

Partiamo dalle iscrizioni: per quanto riguarda moto e quad si sono già chiuse e sono in molti ad essere rimasti fuori dalla lista. Purtroppo per ragioni di sicurezza, ASO ha deciso che i piloti iscritti in questa categoria non potevano più essere 250, perchè erano veramente troppi e quando auto e camion raggiungono i più lenti in speciale la situazione si fa davvero pericolosa. Così il limite è stato fissato a 200, e sono circa 215 al momento i sicuri, ma c’è la bella cifra di 120 piloti che è rimasta fuori dalla porta. Purtroppo fra questi anche molti dei nostri che si sono mossi in ritardo e non hanno mandato il modulo di iscrizione entro i tempi richiesti dall’organizzazione francese. Il fatto è che quest’anno, dopo un piccolo calo ed un po’ di crisi negli ultimi due anni, le moto sono ritornate in auge e la sola Francia, che lo scorso anno non aveva poi così tanti motociclisti al via, quest’anno ha mandato ben 60 richieste di iscrizione, di cui ne sono state accettate 45. Gli italiani sono tanti, ma sarebbero anche stati di più, se non si fossero mossi in ritardo.

Per auto e camion la situazione è diversa ma un’impennata verso l’alto si registra anche in queste due categorie, soprattutto in quelle dei camion per cui, se pensate di iscrivervi, non aspettate troppo. I dossier per ogni singolo equipaggio sono in preparazione e basta anche solo mandare via un modulo di iscrizione per fermare intanto, ed opzionare, la propria partecipazione alla Dakar.

Le date: innanzitutto la conferenza stampa di presentazione che si terrà a Parigi a inizio novembre e alla quale quest’anno, con ogni probabilità, saranno invitati anche i piloti partecipanti, quindi una prima grande festa prima di partire per tutti coloro che saranno coinvolti. Data fatidica poi, l’imbarco e la partenza da Le Havre. Attenzione perchè quest’anno è ancora prima del solito. L’appuntamento è per il 20 novembre a Le Havre per imbarcare i mezzi il 21 e il 22 che sono un lunedì e martedì ! Quindi non c’è tempo da perdere, bisogna rimboccarsi le maniche e cominciare a lavorare e a preparare i mezzi per quella data. Nello stesso tempo quando vi iscrivete potete anche indicare in quale data preferite fare le verifiche a Mar del Plata. Sappiate che il giorno 31 – le verifiche saranno solo alla mattina – è già tutto esaurito e potrete scegliere fra il 29 e il 30 dicembre.

Viaggio ed albergo – VSO l’azienda interna ad ASO che si occupa di prenotazioni e viaggi ha già messo a punto dei programmi direi interessanti. Partiamo dal volo, quest’anno la partenza da Mar del Plata – quindi l’arrivo con gli aerei per tutti i parteciapanti a Buenos Aires non sarà seguito, a fine gara, da una ripartenza dalla capitale argentina, bensì da Lima, la capitale del Perù. Quindi si rischia di fare biglietti di cui bisognerà buttare via una tratta. Due consigli. Klm, la compagnia di bandiera olandese ed anche Iberia, compagnia spagnola, vi permettono di partire da Milano, o Roma, arrivare a Buenos Aires e poi effettuare il ritorno da Lima (guardate sui loro siti)con cifre che al momento non sono esorbitanti. Vso vi fa una proposta con Iberia che per 1200 euro a testa vi fa partire dall’Italia, scalo a Madrid e poi andata su Buenos Aires e rientro da Lima. Per gli albergi occhio a Mar del Plata. I migliori, 4 o 5 stelle sono già tutti esauriti. Restano i 3 stelle con prezzi interessanti ed accessibili, ma se siete tanti e volete stare tutti nello stesso hotel non vi attardate perchè le camere stanno via via diminuendo. Le informazioni le trovate tutte su www.dakar.com

E il percorso? Bè qualcosa di più si sa…ma ve la svelerò più avanti !

Dakar 2012: istruzioni per l’usoultima modifica: 2011-09-02T10:03:01+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento