Campos vince la sua prima baja. Traglio undicesimo

Felipe Campos vince la sua prima Baja spagnola della carriera. Il bravissimo pilota portoghese non era mai riuscito a raggiungere questo obiettivo e c’è voluta una Bmw semi ufficiale, del team X Raid, per dimostrare che questo risultato era a portata di mano. Campos è sempre stato, ed è tuttora, un ottimo pilota ma gli è sempre mancata l’affidabilità di un buon mezzo, che ora finalmente sembra aver trovato.

Felipe Campos vince la sua prima Baja spagnola della carriera. Il bravissimo pilota portoghese non era mai riuscito a raggiungere questo obiettivo e c’è voluta una Bmw semi ufficiale, del team X Raid per dimostrare che questo risultato era a portata di mano. Campos è sempre stato, ed è tuttora, un ottimo pilota ma gli è sempre mancata l’affidabilità di un buon mezzo, che ora finalmente sembra aver trovato.

Un successo fantastico per Felipe che ha vinto tutte e cinque le speciali della 28. edizione della Campos.JPGcompetizione aragonese conquistandosi un successo stra meritato. Alle sue spalle due olandesi ed anche in questo caso bisogna parlare delle vetture. Questi due personaggi hanno acquistato le ex Mitsubishi Lancer ufficiali e nella versione con il motore a benzina, perfetta per le Baja, hanno dimostrato il potenziale di una vettura che in molti hanno bistrattato alla sua prima uscita alla Dakar. Ten Brinke e Van Loon hanno chiuso rispettivamente secondo e terzo con un distacco da Campos di 2’24” (pensate un po’, dopo oltre 400 chilometri di speciale) e 9′.24″, segno che davvero la battaglia c’è stata ed è stata molto bella. Zapletal ha conquistato la quarta piazza con la sua Bmw davanti all’altra Mitsubishi, sempre nelle mani di un olandese.

Leonid Novitskiy ha chiuso settimo davanti alla Mini All 4 Racing di Moniz Maia, mentre Jean Louis Schlesser si deve accontentare della decima posizione. Sembra che, sia Leonid sia Jean Louis, abbiano avuto qualche noia meccanica ed è per questo che si ritrovano un pochino più rretrati in classifica. Per quanto riguarda il russo però credo che la sua sia stata anche strategia di gara: nonbaja spain,baja d'aragon,tout terrain,baja di spagna,saragozza,baja di saragozza,felice campos,leonid novitskiy,bmw,x raid,maurizio traglio,nissan ha voluto prendere rischi, giustamente, perchè solo Zapletal, di quelli che stanno davanti a lui in classifica, corre per la coppa del Mondo FIA e quindi nessuno avrebbe potuto nuocergli in fatto di punti. Tanto è vero che Novitskiy è ancora saldamente al comando del mondiale con un ottimo vantaggio. I risultati non sono ancora stati aggiornati dalla Fia ma Leonid dovrebbe essere in testa con 129 punti contro gli 85 di Schlesser e i 48 di Zapletal.

Gli italiani si sono difesi bene in questa gara, per primo Maurizio Traglio che insieme a Maurizio Dominella ha chiuso in undicesima posizione assoluta, primo degli italiani: senza quelle due forature nelle prime due speciali di sicuro il ‘mitico’ equipaggio avrebbe potuto agguantare qualche posizione in più visti anche i distacchi molto contenuti da quelli che li precedono. Alle loro spalle, sempre restando in tema di italiani, troviamo Roberto Ciampolini e Paolo Paolini, ventesimi per i colori dell’RalliArt, e trionfatori per la classe T2.2 dove hanno conquistato la vittoria. Alle loro spalle Valentino Bombelli ventiseiesimo assoluto. A proposito di Valentino va baja spain,baja d'aragon,tout terrain,baja di spagna,saragozza,baja di saragozza,felice campos,leonid novitskiy,bmw,x raid,maurizio traglio,nissandetta assolutamente una cosa che fa di lui un gentleman driver. Lorenzo Traglio, figlio di Maurizio, al suo debutto, è finito ruote all’aria nella prima speciale di domenica. Arrivato in una curva forse troppo lungo e veloce si è messo dapprima su un fianco e poi sulle ruote. Per fortuna dietro di lui è arrivato Valentino che si è fermato e lo ha aiutato a rimettersi sulle quattro ruote e a rientrare in gara. In questo modo Lorenzo è arrivato al traguardo con la 43. posizione.

Alessandro Trivini ha chiuso 32esimo, mentre Paolo Mora è riuscito ad arrivare 45°.

Solo 46 vetture delle 76 partite sono riuscite a chiudere la gara ieri pomeriggio.

Nei camion vittoria, ed è la prima, di Pep Vila con il suo Iveco De Rooy mentre Renato Rickler è quinto assoluto in una classifica che conta dieci concorrenti al traguardo, tutti spagnoli ad eccezione del toscano ! 

Campos vince la sua prima baja. Traglio undicesimoultima modifica: 2011-07-25T11:09:40+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento