Il terzo podio di Helder Rodrigues

Per la terza volta quest’anno il portoghese Helder Rodrigues sale sul podio. Aveva cominciato la sua serie positiva alla Dakar 2011 arrivando terzo assoluto, seppure all’ultima speciale e per la debacle di Chaleco Lopez, e aveva continuato ad Abu Dhabi piazzandosi alle spalle di Marc Coma al Desert Challenge. Un escalation dunque, terzo, secondo e poi finalmente, ieri, primo assoluto.

Per la terza volta quest’anno il portoghese Helder Rodrigues sale sul podio. Aveva cominciato la sua serie positiva alla Dakar 2011 arrivando terzo assoluto, seppure all’ultima speciale e per la debacle di Chaleco Lopez, e aveva continuato ad Abu Dhabi piazzandosi alle spalle di Marc Coma al Desert Challenge. Un escalation dunque, terzo, secondo e poi finalmente, ieri, primo assoluto.

Helder ha vinto la trentesima edizione del Rally di Tunisia.  In sella alla Yamaha è riuscito a conquistare la vittoria assoluta di una gara imponendosi su Jakub Przygonski su Ktm per 9′.36″. Terza posizione per uno degli altri piloti del team Orlen e cioè Jacek Czachor che completa il podio davanti a Jordi Viladoms che non ce l’ha fatta a portare la seconda Yamaha sul podio per soli 2′.11″, nonostante la vittoria di tappa – l’ultima – di ieri.

Il nostro Manuel Lucchese chiude in sesta posizione assoluta su Husaberg con un distacco di 4 ore dal primo, mentre l’altra Aprilia in gara, quella dell’olandese Jes Munk, è decima assoluta. C’è un altro italiano in classifica ed è il quaddista Norberto Cangani che riesce ad agguantare la seconda posizione sul podio riservato ai quad, con il suo Polaris. In questo modo il pilota romano dopo la sfortuna della Dakar riesce a concludere la sua prima gara di tout terrain. Per la Enduro Cup infine, da registrare il secondo posto nella classifica speciale, di Edo Mossi che chiude alle spalle del francese Thomas Bourgin, staccato di poco più di un’ora.

Per quanto riguarda le ultime notizie di Chaleco Lopez possiamo dire che sta un pochino meglio e che dovrebbe venire trasferito, oggi o domani, in Italia. Verrà nel nostro Paese e non rientrerà in Cile perchè qui si affiderà alle sapienti mani del dottor Costa. Se c’è qualcuno che può prendersi cura della sua gamba, e rimetterlo in sella nel più breve tempo possibile, è proprio il nostro dottor Costa. 

Il terzo podio di Helder Rodriguesultima modifica: 2011-05-07T08:52:00+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento