La prima di Czachor a un solo secondo da Jakub

Vincere con un solo secondo di vantaggio non succede spesso. Di farlo poi, al termine di una speciale di 219 chilometri, in Africa, succede ancora più raramente. Di farlo poi sul tuo compagno di squadra, quanto meno, è una cosa buffa.

Vincere con un solo secondo di vantaggio non succede spesso. Di farlo poi, al termine di una speciale di 219 chilometri, in Africa, succede ancora più raramente. Di farlo poi sul tuo compagno di squadra, quanto meno, è una cosa buffa. E’ successo oggi a Jacek Czachor, pilota Ktm polacco e compagno di squadra di Przygonski che per un solo secondo è arrivato dietro di lui, con 4 secondi di vantaggio sull’altro elemento della squadra, Marek Dabrowski. I tre alfieri polacchi dunque, hanno viaggiato insieme concludendo quasi all’unisono la speciale, la prima veramente veloce dall’inizio di questo rally di Tunisia. Oggi, lasciato il deserto, i piloti sono risaliti verso Ras el Oued e la speciale deve essere piaciuta un bel po’ anche al nostro Manuel Lucchese che si è agguantata la quarta posizione assoluta, a 17′.30″ dal primo, in sella alla sua Husaberg. Bravo anche Norberto Cangani che dopo un avvio di gara un po’ traballante ha chiuso terzo nella categoria quad, in sella al suo Polaris. Solo sesto invece, nella classe enduro cup oggi Edo Mossi, a circa 20 minuti dal primo.

Fra le auto vittoria, la prima, di Nani Roma, tornato al volante di una Bmw X3 in questa gara nelle fila del team X Raid. Oggi è stato il più veloce e ha messo alle sue spalle per primo il compagno di squadra Leonid Novitskiy, secondo a 3’14” che a sua volta ha sopravanzato Schlesser, oggi terzo a 4’54”. E’ stato bravo, come aveva annunciato ieri sera, Checco Tonetti su Nissan Tecnosport che si toglie la soddisfazione oggi di conquistare il quarto posto assoluto di giornata, staccato da Roma di 22’49”. Partito alle 9,30 di stamani, Tonetti ha recuperato posizioni, arrivando al primo cp, più o meno a metà speciale in sesta posizione. Da lì ha attaccato di nuovo ed è riuscito a passare sia Zapletal, oggi quinto, che Boris Garafulic, sesto. Nella classifica generale Novitskiy agguanta la testa della classifica ai danni di Schlesser che scivola in seconda posizione con solo 1′.01″ di differenza dal russo. Alle sue spalle però Schless ha Nani Roma a 34’28” un distacco abbastanza alto visto che le due speciali che ancora mancano alla fine dovrebbero essere veloci e non troppo navigate, seppure quella di domani sia lunghina. Ma questo, come sempre, si vedrà solo a fine gara.

Intanto domani ci si sposta di nuovo su Touzeur con una tappa molto lunga di 427 chilometri all’interno della quale si correrà una speciale di 295 chilometri.

La prima di Czachor a un solo secondo da Jakubultima modifica: 2011-05-04T15:56:29+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento