Cambia la seconda speciale: per pioggia e tempesta di sabbia

Non è una vera e propria novità. In Tunisia ci è già successo di prendere acqua, nel senso di pioggia, e di patire le tempeste di sabbia che fra aprile e maggio sono un must. E così è successo stamattina. In attesa che il tempo si rimettesse al meglio tutti i concorrenti hanno atteso finora di capire che cosa fare oggi. Pioggia, battente in certi momenti, e tempesta di sabbia, non hanno reso possibile fino a questo momento la prova speciale.

Non è una vera e propria novità. In Tunisia ci è già successo di prendere acqua, nel senso di pioggia, e di patire le tempeste di sabbia che fra aprile e maggio sono un must. E così è successo stamattina. In attesa che il tempo si rimettesse al meglio tutti i concorrenti hanno atteso finora di capire che cosa fare oggi. Pioggia, battente in certi momenti, e tempesta di sabbia, non hanno reso possibile fino a questo momento la prova speciale.

Così pochi minuti fa Stephane Clair ha preso la sua decisione. La speciale di oggi, un anello di 208 chilometri con partenza ed arrivo a Ksar Ghilane si correrà domani invece di oggi. Per questa seconda tappa invece la carovana del rally affronterà una speciale di 50 chilometri, ricavata all’interno dei 196 previsti per martedì. Ora è stato distribuito il road book ed improvvisato un briefing ed i piloti hanno poco meno di un’ora per prepararsi. Alle 10 prenderà il via la prima moto e a seguire, alle 10,30, la prima auto. La gara si svolgerà a Nord di Ksar Ghilane come era previsto per l’anello di domani.

Al momento queste sono le informazioni.

Cambia la seconda speciale: per pioggia e tempesta di sabbiaultima modifica: 2011-05-02T09:06:43+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento