Novitskiy e Rodrigues i primi due vincitori

Leonid Novitskiy (Bmw)e Helder Rodrigues (Yamaha) sono i primi due vincitori, il primo per le auto, il secondo per le moto della prima tappa del 30° Rally di Tunisia. Mentre Npo fatica ad aggiornare il suo sito, che in questo momento è ancora fermo alle 8 e 05 di questa mattina, cerchiamo di dare qualche notizia relativamente alla gara tunisina, la seconda prova valida per il campionato del mondo moto rallies tout terrain, terza invece, per la coppa del mondo FIA.

Leonid Novitskiy e Helder Rodrigues sono i primi due vincitori, il primo per le auto, il secondo per le moto della prima tappa del 30° Rally di Tunisia. Mentre Npo fatica ad aggiornare il suo sito, che in questo momento è ancora fermo alle 8 e 05 di questa mattina cerchiamo di dare qualche notizia relativamente alla gar tunisina, la seconda valida per il campionato del mondo moto rallies tout terrain, terza invece, per la coppa del mondo FIA.

La Bmw del russo in testa alla classifica iridata è stata la prima al traguardo, seguita da Jean Louis Schlesser partito per primo stamattina. Non era una tappa facile, con tanta navigazione e dune e dunette a susseguirsi, però non era neanche la classica, da Nefta a Touzeur, visto che gli equipaggi sono arrivati da una zona diversa dal solito, all’oasi di Ksar. Il più veloce è stato appunto il russo della Bmw seguito dal buggy di Schlesser e dall’altra Bmw di Nani Roma, quindi Zapletal, ancora una Bmw ma privata, e poi il nostro Checco Tonetti alla suaTUN11_01AR_0479.jpg prima volta al volante della Nissan Pathfinder di Maurizio Traglio e della Tecnosport. “Devo dire che è stata una prima tappa serissima – esordisce il pilota italiano – A parte i primi 40 km che erano veloci poi si entrava nelle dunette – che tra l’altro non avevo mai fatto –  discretamente difficili e tecniche”. E qui racconta il suo primo insabbiamento: “Ci siamo piantati una volta sulle dune perchè non sapevo bene ancora come inserire il blocco. Ho perso del tempo prezioso e così siamo rimasti insabbiati. Abbiamo perso circa 15 minuti ma siamo usciti aiutandoci con il cric. Abbiamo sgonfiato le gomme, messo le placche e poi siamo usciti”. Al traguardo hanno 45′ di ritardo e quindi togliendo i 15′ di sosta forzata se ne contano circa 30′. “Ma va bene così se calcoli che oggi era la prima volta nella mia vita che guidavo questa vettura”. E’ soddisfatto Tonetti, soprattutto tenendo conto del fatto che la speciale era difficile “molto per essere la prima di un rally, presentava delle difficoltà che puoi trovare nella terza o nella quarta ps di un rally africano”.  E intanto si pensa già a domani: La speciale di domani si presenta ugualmente difficile e la descrive sempre Checco Tonetti “Non sarà un speciale lunghissima, 206 chilometri quindi una sessantina in meno di oggi, però prevedono ugualmente gli stessi tempi, segno che non sarà facile. So che troveremo molta sabbia ed anche parecchi erg molto lunghi”.

Nelle moto vince Rodrigues davanti a Chaleco Lopez su Aprilia.

Novitskiy e Rodrigues i primi due vincitoriultima modifica: 2011-05-01T19:00:00+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento