In attesa del Rally di Tunisia ecco la Dakar 2012

Mentre aspettiamo il via del Rally di Tunisia il prossimo primo maggio e mentre se ne sentono di tutti i colori sul numero degli iscritti, cominciamo a parlare di Dakar 2012. In attesa anche in questo caso, di avere la conferenza stampa qui in Italia, prevista per il 5 maggio a Milano, vediamo quali saranno le novità salienti della prossima grande Dakar in Sudamerica.

Mentre aspettiamo il via del Rally di Tunisia il prossimo primo maggio e mentre se ne sentono di tutti i colori sul numero degli iscritti, cominciamo a parlare di Dakar 2012. In attesa anche in questo caso, di avere la conferenza stampa qui in Italia, prevista per il 5 maggio a Milano, vediamo quali saranno le novità salienti della prossima grande Dakar in Sudamerica.

Come previsto – se n’era già discusso un po’ – la gara non partirà più da Buenos Aires bensì da Mar del Plata, quindi un circa 400 km più a sud. Sarà la popolarissima e frequentatissima località balneare ad ospitare le verifiche e la partenza della Dakar 2012 che in Argentina seguirà poi più o meno le stesse orme, ormai classiche. E cioè Santa Rosa de la Pampa, San Raphael, San Juan, Chilecito – scoperta quest’anno – e poi la impopolare, ma  immancabile, Fiambalà ! Cinque tappe quindi, prima di entrare in Cile e poi in Perù dove dovrebbe stabilirsi l’arrivo della competizione, a Lima.

Dunque, qualche cambiamento c’è, e a livello logistico non sarà certo uno scherzo. Mar del Plata innanzitutto è al sud, pur sempre nella provincia di Buenos Aires, ma a 400 chilometri. Ha un piccolo aeroporto ma per arrivarci da Buenos Aires è consigliato l’autobus di linea oppure il treno. Inoltre, vogliamo parlare della difficoltà di reperire i posti in albergo? Sarebbe come organizzare una gara con un indotto di circa 3000 persone a ferragosto a Rimini !!

Ad ogni modo aspettiamo e vediamo come verrà gestita la cosa.

Intanto il Tunisia è alle porte, la prossima settimana da Marsiglia parte la nave dei concorrenti e le verifiche si svolgeranno a Touzeur, sede di partenza ed arrivo del rally. Il primo maggio la gara prenderà il via con una prima speciale di 264 chilometri e la prima tappa sarà a Ksar Ghilane. Si parla, al via, di una ventina di moto e circa 30 vetture, ma le voci sono tante e molte sono discordanti fra loro, quindi aspettiamo le verifiche e vediamo. Di sicuro possiamo dire che ci sarà al via l’Aprilia, con Lopez, e fra le quatttro ruote Jean Louis Schlesser e Maurizio Traglio, Nissan Tecnosport. Il nostro Oscar Polli ha confermato la presenza e per la prima volta Eugenie Decrè, la copilota di Jerome Pelichet passerà dall’altra parte e sarà al volante di un Bowler.

In attesa del Rally di Tunisia ecco la Dakar 2012ultima modifica: 2011-04-21T12:49:00+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “In attesa del Rally di Tunisia ecco la Dakar 2012

Lascia un commento