Prima speciale in Cile

Li vedo tutti al bivacco, quasi tutti. E sembrano usciti da una missione della Legione Straniera. Prima una bella chiacchierata con quei “citrulli” di Boano, Ciotti e Zanotti che sono arrivati abbastanza bene, Zanotti a parte e …

Li vedo tutti al bivacco, quasi tutti. E sembrano usciti da una missione della Legione Straniera. Prima una bella chiacchierata con quei “citrulli” di Boano, Ciotti e Zanotti che sono arrivati abbastanza bene, Zanotti a parte e zanotti ciotti.jpgche hanno voglia di sparare scemate a raffica e si ride senza fine. Quando arriva Zanotti, Ivan Boano da lontano lo chiama e gli chiede “ma che fine hai fatto? Sei partito prima di me e sei arrivato adesso?”. Alex scuote la testa e si siede sconsolato con noi. “Non me ne parlare, lo stesso problema di ieri”. Praticamente la forcella andando forte urta un tubicino del serbatoio posteriore e questo a lungo andare si danneggia e perde tutta la benzina. Ieri sera è arrivato al bivacco alle 10 di sera passate perchè era rimasto senza benzina in speciale e non trovava nessuno che gliene dava. E da lì partono i racconti ed è solo così che scopri le cose. Ivan ieri ha tirato un volo da paura, proprio nel punto dove si era fermato Zanotti senza benzina. Lo raccontano ridendo tutti e due “Ho tirato una mina da paura -dice Ivan come se niente fosse – contro un albero, in uscita da una curva e quando mi sono rialzato un po’ stordito ho visto Alex e gli ho detto ma tu che ci fai qui”. E lo stesso ha fatto Zanotti: “Ho visto arrivare questa moto proprio nel punto in cui io ero fermo. Mi ero appena spostato perchè mi sembrava una posizione troppo esposta”. E infatti subito dopo Ivan arriva  una Volkswagen, e BOOM, anche lei urta l’albero ma – di sponda – prosegue senza problemi. E dopo un minuto arriva anche una Bmw e fa la stessa cosa: BOOM e poi via. A quel punto Alex si è convinto che doveva spostarsi ancora più in là mentre Ivan ha ripreso la strada.

“Sono dovuto andare a casa di uno che mi ha dato la benzina – finisce di raccontare Alex, ma mi ha dato solo due litri e quindi sono dovuto andare pianissimo, in speciale mi hanno passato tutti e avranno pensato…questo zanotti è proprio pollo, guarda quanto va piano !!”. Poi Ivan racconta la sua giornata, per fortuna senza neanche unaboano.jpg penalità per eccesso di penalità. “Ma per un unico motivo – scherza – che oggi non c’erano zone con il limite”. Si ride e poi racconta che è partito veramente per ultimo “Mi sono girato quando toccava a me partire e ho visto che non c’era nessuno. Partivo proprio ultimo ultimo, neanche un quad a chiudere la pista. E poi ho pensato…ma fra un po’ partono le macchine, mica mi raggiungeranno, vero?”

E per fortuna non l’hanno raggiunto ! Ha chiuso 48° di speciale dopo essere partito ultimissimo !!

Gli scampati alla legione straniera invece eccoli qui sotto in sequenza:

stefani e cusumano.jpgStefani e Cusumano, insieme a Picco picco.jpge Zuffetti !

zuffetti.jpg

Prima speciale in Cileultima modifica: 2011-01-05T22:49:00+01:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

3 pensieri su “Prima speciale in Cile

  1. Ammetto di essere un ignorante.
    Mi sono innamorato della Dakar nel 1985, ma non conoscevo elicara.
    La tua firma sugli articoli della gazzetta, che leggo poco perchè odio il calcio, era solo come tale.
    Poi quest’anno, visto l’orrendo sito ufficiale mi sono organizzato per reperire notizie migliori, ti ho googleato, ho scoperto chi sei e cosa rappresenti per noi Appassionati e ho trovato tutto il resto…..
    Sei la miglior fonte di notizie che ci potremmo aspettare, le curiosità che non leggeremo mai su nessun giornale, gli aspetti della vita del luogo, le odissee dei “privatoni”, le sofferenze degli infortunati.
    Ti seguo ogni giorno, se puoi posta una foto del camion assistenza di Franco Picco, guidato dal mio cugino Gabriele. A domani.

Lascia un commento