Primo gennaio, briefing alle 10

Come da tradizione stamattina il nuovo anno si è aperto con il briefing delle 10. E’ l’unico momento in cui ci si ritrova tutti insieme, almeno con un elemento dell’equipaggio visto che la partecipazione è obbligatoria pena una multa di 500 euro in caso di assenza.

Come da tradizione stamattina il nuovo anno si è aperto con il briefing delle 10. E’ l’unico momento in cui ci si ritrova tutti insieme, almeno con un elemento dell’equipaggio visto che la partecipazione è obbligatoria pena una multa di 500 euro in caso di assenza.

pandine al briefing.jpgSiamo arrivati tutti in ordine sparso e ci siamo sistemati nella grande sala de La Rural, in attesa della presentazione e del primo briefing di gara relativo alla 33. edizione della Dakar. Sul palco Etienne Lavigne, direttore generale della Dakar, e David Castera, direttore sportivo, oltre al giovanissimo pilota cileno, Rodrigo Caballero che per il secondo anno consecutivo ha letto “la Carta dei diritti e dei doveri del pilota”. Ogni anno è il pilota più giovane partecipante alla Dakar che la legge e questo onore è toccato per il secondo anno consecutivo a Rodrigo: lo scorso anno aveva 19 anni quest’anno che ne ha 20, ma resta comunque, e ancora, il più giovane iscritto.caballero.jpg

 Poi ha passato la parola a Etienne Lavigne che ha dato finalmente le cifre ufficiali degli iscritti: 200 fra moto e quad, 140 auto e 67 camion con un 30 % dei concorrenti alla loro prima Dakar. Insieme a David Castera hanno poi velocemente ripassato le 13 tappe della Dakar che ci attendono nei prossimi giorni, con l’ausilio di un video gigante sul quale si poteva vedere la cartina, giorno per giorno. Si è parlato inoltre di sicurezza, con le spiegazioni di ogni singola apparecchiatura, del tanto pubblico presente sulle strade che vuol dire tenere sempre gli occhi ben aperti e dosare bene “il gas”. Ha ribadito che nelle prime 4 tappe i camion partiranno dietro alle auto, perchè sono percorsi più stretti e sinuosi, oltre che tecnici, mentre dalla quinta tappa si potranno cominciare a mescolare in partenza le due categorie.

briefing.jpgRelativamente a domani le notizie sono buone. La speciale ha poche modifiche, giusto qualcuna provocata dalle piogge dei giorni scorsi che hanno rovinato un po’ il terreno, ma per il resto è praticamente la stessa speciale dell’anno scorso, quindi veloce e sinuosa. Le moto e le auto fanno in parte due speciali diverse ma non si incontreranno domani sul percorso.

Alla fine Etienne saluta ripetendo di essere molto contento di avere qui tanti piloti e poi a tutti dice “Voi siete gli eroi”.

Primo gennaio, briefing alle 10ultima modifica: 2011-01-01T16:31:01+01:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Primo gennaio, briefing alle 10

  1. Un augurio di buon inizio Dakar a tutti i piloti, a tutti i lettori di questo bellissimo blog, ma soprattutto ad Elisabetta che anche quest’anno dovra’ essere la nostra ambasciatrice e relatrice del dietro le quinte della terra dei gauchos
    Evviva! Si parte!

Lascia un commento