Lo sconforto BMW

Partito secondo questa mattina, Leonid Novitskyi su Bmw X3 si è presentato in assistenza come ottava auto.  Inutile parlare dello sconforto del suo team che non avendo notizie non capiva cosa stesse succedendo. In genere se rompi, o se hai un problema grave telefoni e avverti, in modo tale che i meccanici possano prepararsi a ricevere la vettura quando passerà, e invece nulla, nessuna notizia.

sconforto Bmw.jpgQuando finalmente sono arrivati all’assistenza tutti ci aspettavamo che si fermassero, per dire cos’era successo, e invece niente, se ne sono andati via dritti, senza guardare in faccia nessuno…Solo Leonid ha fatto un cenno al suo capo assoluto, Sven Quandt…con la mano sinistra ha fatto il segno di una serpentina e allora in quel momento tutti i meccanici tedeschi hanno cominciato a pensare cosa volesse dire il pilota russo…Pensa che ti ripensa alla fine hanno capito che voleva dire che si erano persi. Quella qui accanto è la foto del team scattata subito dopo il passaggio della X3, tutti si guardano sconsolati chiedendosi, per non si è fermato un secondo ?

Ora al bivacco pilota e copilota quasi non si parlano e Andreas si aggira sconsolato sotto la tempesta di sabbia. Speriamo che gli passi presto questo momento di depressione: piccoli errori possono capitare a chiunque in gara !  

Lo sconforto BMWultima modifica: 2010-05-04T16:08:57+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Lo sconforto BMW

Lascia un commento