Come sono andati oggi i nostri italiani?

Direi niente male. Il migliore anche oggi, se guardiamo l’inevitabile classifica, è stato Maurizio Traglio, su Nissan, Settimo assoluto nello scratch a poco più di 20 minuti dal primo e conserva la stessa posizione in classifica assoluta. Fabian Lurquin, il suo copilota si rilassa bevendo un po’ d’acqua fresca sotto la tenda del bivacco: “E’ stata una bella giornata, difficile per le tante pietre ma comunque bella. Navigata, tecnica. La nostra Nissan Pathfinder è andata benissimo, certo che fa un caldo dentro l’abitacolo !!”. Poi chiede come sarà la speciale di domani e quando gli rispondo ancora pietre, scrolla le spalle e fa una smorfia. Vicino c’è Eric Vigouroux che oggi è davvero andato fortissimo: “ E ti credo -dice Fabian – oggi era una speciale creata apposta per una macchina come la sua, doveva vincere per forza”

Oscar Polli è arrivato undicesimo assoluto a fine speciale e la stessa posizione, anche lui, occupa nell’assoluta. “Oggi mi sono divertito – dice il milanese – c’era sabbia, piccole dune basse, e a me piacciono molto. Ma c’erano anche pietre molto grosse e bisognava saltare: ho viaggiato insieme a Tim Trenker – di Dubai – e ci siamo divertiti. Poi al rifornimento dopo i 15′ di neutralizzazione sono ripartito e l’ultima parte era un po’ più delicata, richiedeva più attenzione, perchè c’erano molte rocce, alcune anche molto alte. Ho avuto qualche problema alla sospensione posteriore, ma me lo aspettavo. Già ieri nella speciale erano cominciati i fastidi alla sospensione ma stamattina, dopo averla regolata, ho voluto nuovamente provarla. E’ quella nuova ed ero curioso di sapere come andava, e invece niente. Domani credo che rimonterò la vecchia, con la quale mi trovo più a mio agio, in attesa di sviluppare ancora quella nuova”. Il problema in realtà è la regolazione : “In effetti è un po’ troppo alta dietro e scivola un po’ troppo, quindi non riesco ad avere una buona stabilità in sella quando vado più forte”.


piccola de nora.jpgMichele De Nora è soddisfatto della sua corsa oggi, che lo ha aiutato a rimontare qualche posizione in classifica assoluta. Ha chiuso 23° assoluto e terzo nella T2, posizione che occupa anche nella classifica generale dove è 27°.  “E’ stata una buona tappa – racconta il “naviga” Maurizio Dominella – pesante come fondo, con tanti sassi e rocce, però bella. Michele l’ha patita un po’ a livello fisico, io per fortuna un po’ meno. Siamo molto soddisfatti della nostra Toyota – preparata dal team Top Run – e davvero oggi non ci ha dato nessuna preoccupazione, speriamo di continuare così”. Gli fa eco Michele stesso: “Non era una tappa facile, con i sorpassi nella polvere e i sassi, alla fine mi facevano addirittura male le braccia perchè la tensione della concentrazione e tenere stretto forte il volante è stato davvero impegnativo”. 

Luisa Trucco nonostante una fastidiosa, forse microfrattura, al polso sinistro, tiene duro ed è riuscita ad arrivare a fine speciale alternandosi al volante con il suo copilota Corrado Pattono. Per loro oggi il secondo posto assoluto della T4, mentre in generale sono terzi. 

Ma se parliamo di italiani non si può pensare anche alle marche e in questo caso ad Aprilia che ha vinto, con il cileno Chaleco le prime due tappe di questo rally. Aprilia ora è in testa alla classifica assoluta delle moto con un vantaggio di quasi nove minuti sul secondo che è il portoghese Helder Rodrigues.

Come sono andati oggi i nostri italiani?ultima modifica: 2010-05-03T17:19:00+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento