Mauro Sant secondo assoluto all`Italian Baja

“Dillo a tutti che sono il meccanico piu’ veloce di tutti”. Così Mauro Sant, su TM, festeggia il suo secondo posto DSCN2210.JPGall’Italian Baja, diciassettesima edizione, corsa a Pordenone in questo week end. Veramente, per dirla tutto fino a pochi giri dalla fine Mauro era primo assoluto ma poi è scivolato di una posizione e si ritrova secondo, dietro a Alberto Basso, pilota ed eroe di casa che ha sbaragliato gli avversari, anche lui su TM. Solo 35″ separano i due antagonisti, mentre alle loro spalle con una zampata finale si piazza Alex Zanotti, su Aprilia, che agguanta il terzo gradino del podio spodestando il compagno di squadra Paolo Ceci quarto e Chaleco Lopez che deve accontentarsi della quinta posizione.

Ma gara a parte l’Italian Baja ha assistito ad un brutto incidente che in un attimo ci ha rimandato con la memoria alla Dakar appena conclusa e a Luca Manca che – ho saputo – fa progressi ed è rientrato in Sardegna da più di una settimana. Purtroppo infatti nella giornata di sabato già nel primo giro c’è stato un brutto incidente che ha coinvolto Nicola Dutto, pilota di Cuneo, ben noto a Pordenone per i suoi passati successi. A raccontare la sua caduta, ancora una volta, è Alex Zanotti che era già stato testimone dell’incidente di Manca – seppure non aveva vista in diretta la caduta. “Stavo correndo proprio dietro a Nicola – racconta il pilota di San Marino – ed ero a circa 20 chilometri. Il fondo era tipico del greto, piccoli sassi, ma d’improvviso vedo Nicalo che cambia ritmo e intravvedo che i sassi si sono fatti più grossi. Abbasso gli occhi sul road book e quando li rialzo non vedo più Nicola davanti a me”. In quel momento anche l’Aprilia bicilindrica di Alex si imbizzarisce: “Il manubrio mi sbacchetta e stringo forte le mani per controllare la moto e solo in quel momento mi accorgo che Nicola è steso per terra”. Si ferma a soccorrerlo, Nicola Dutto è cosciente e ripete che non riesce a respirare: “Muoveva le braccia e le mani, ma non le gambe, e allora gli ho detto stai calmo, adesso arrivano i soccorsi”. 

Nicola è stato operato nel corso della notte per ben sette ore, per la frattura della vertebra D7. Ora è in coma farmacologico e solo quando i medici lo risveglieranno, forse fra uno, o due, giorni, si potrà sapere qualcosa di più sulle sue condizioni.

Alberto Basso, presidente del motoclub di Porcia, vince intanto la sua prima Italian Baja, segno che il numero diciassette gli porta fortuna. DSCN2211.JPG Ha battuto dicevamo, Mauro Sant e le tre Aprilia, mentre la vittoria nella categoria quad è andata all’inossidabile Machacek, nome ben noto nell’ambiente e non solo a Pordenone visto che il ceco si è tolto la soddisfazione in passato di vincere anche la Dakar.

maggiori informazioni www.italianbaja.com

Mauro Sant secondo assoluto all`Italian Bajaultima modifica: 2010-03-21T14:56:00+01:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Mauro Sant secondo assoluto all`Italian Baja

  1. Ciao a tutti ! Volevo solo fare un commento gratuito . Complimenti agli ufficiali che hanno corso l’edizione 2010 , a Basso il vincitore!
    Ma voi giornalisti non vi siete mai posti la domanda che oltre a loro ci sono stati altri piloti che hanno corso dando vita alla gara stessa . Immaginatevi la prossima edizione con solo tre moto al via chi li cag….! Grazie !

Lascia un commento