Ultimissime da Santiago, per Luca Manca

Questa mattina molto presto mi ha chiamato Federico Ghitti da Santiago del Cile per darmi le ultime notizie su Luca Manca. Diciamo subito che il quadro clinico ha dettagli positivi. “L’intervento che gli ha inserito questo sondino per misurare la pressione intracranica è riuscito e adesso possono verificare i dottori che la pressione va via via abbassandosi. Gli ematomi nel cervello (traumi cerebrali) sono più di uno ma i più preoccupanti sono il parietale destro e il frontale, sempre destro. Per capire l’entità del danno al cervello ci vorrà ancora diverso tempo ma vediamo adesso quali sono le sue condizioni. Ha due o tre costole rotte e il polmone perforato preoccupa un po’ ora i medici perchè è in uno stato di continua tensione e ha provocato una polmonite. Luca quindi, non può respirare da solo perchè con un solo polmone non ce la farebbe e sforzerebbe il cervello che invece deve stare a completo riposo. Quello che preoccupa i medici è il rischio che questo polmone rotto possa generare una infezione e per questo lo tengono fortemente sotto controllo.  Il viso è bello, non è deturpato. Ha una piccola frattura al naso ma nulla di più.

Reagisce bene ai farmaci e più le ore passano e più lui si avvicina allo scampato pericolo ma ci vorrà forse ancora tutta la giornata di oggi e forse la mattinata di domani prima di dichiararlo ufficialmente fuori pericolo. Lo scenario globale è ottimistico i medici dano un quadro futuro che prevede  10 giorni di terapia intensiva e poi un mese in ospedale. Solo dopo potrà essere trasportato e potrà cominciare una terapia riabilitativa per recuperare le funzioni danneggiate. L’ospedale Mutual de Seguridad è molto bello, sembra quasi di essere in una clinica svizzera. Invece è un ospedale pubblico che hanno appena costruito ed anzi alcune zone sono ancora da terminare. Le camere sono belle le sale terapie intensive perfette e i medici sono competenti. Parlano tutti ingelse e molti di loro anche italiano”.

Rispetto a Cristobal Guerrero, il pilota spagnolo in moto che ebbe quel terribile incidente nel 2009, Luca sta meglio perchè Cristobal aveva il cranio rotto, Luca no, quindi le sue condizioni sono leggermente migliori. Il cranio ha assorbito bene l’impatto, non si è rotto.

E so cosa state pensando tutti voi ! Lo abbiamo pensato anche noi. E’ sardo e con quella testa dura che si ritrova. 🙂

Per concludere i medici hanno detto : ” E’ una guerra all’interno della quale ci sono tante piccole battaglie, ora sta a lui – e a noi – vincerle una dopo l’altra”.

Ultimissime da Santiago, per Luca Mancaultima modifica: 2010-01-09T12:35:00+01:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento