Leggenda degli Eroi: l’avventura comincia

L’avventura è cominciata. Ci siamo messi in viaggio per La Leggenda degli Eroi e le sorprese sono iniziate fin da subito. Innanzitutto come funziona. La Leggenda si muove dall’Olanda, da dove io sono partita con due camion e altre tre persone – uno è il camion assistenza dell’intera organizzazione e l’altro è il balai. Siamo partiti martedì verso mezzogiorno da un posto impronunciabile in centro all’Olanda e abbiamo attraversato, all’invidiabile media di 50 km/h, Bruxelles, Lussemburgo e poi la Francia. Il nostro primo stop era previsto a Lione, per caricare sul balai tutto il materiale medico, ma non è stato possibile arrivarci in tempo visto che si trattava di oltre 800 chilometri. Così ci siamo fermati a dormire vicino a Dijone in un posticino carino che ci ha permesso di mangiare un boccone prima di ficcarci a letto. Ma vorrei aprire prima una parentesi su cosa trasportiamo sui nostri camion perchè questo è solo l’inizio della nostra storia !DSCN7179.JPG

All’interno del Mercedes  abbiamo il materiale tecnico per il bivacco: due tende grandi nello stesso stile di quella che la Red Bull monta alla Dakar, una tenda PC course di circa 6 metri per 3 e una tenda medica. Oltre a questo un frigorifero di 2 metri di altezza, due di lunghezza e uno in lunghezza pieno di birra (gli olandesi non possono pensare di vivere senza !) e generi alimentari, tipo formaggio (gli olandesi non possono pensare di vivere neanche senza questo). Poi casse di ogni genere, di cui alcune ci serviranno prossimamente per le verifiche, un altro pallet di birra, per sicurezza. Del vino perchè in effetti questo sarà utile…e poi due uffici viaggianti, con computer e stampanti e fotocopiatrici, taniche per l’acqua e taniche per il gasolio. Ovviamente un generatore. Nel camion balai, al momento caricato a tappo in attesa di trasbordare tutto su un altro camion che non è ancora arrivato (tanto per tenerci occupati!) c’è tutto il resto del materiale. Le casse per i motociclisti, le nostre, il materiale medico, la cucina smontabile che utilizzeremo in Mauritania e tutto il materiale elettrico con prolunghe, lampade di ogni genere e piccoli generatori. Poi un arco gonfiabile e altre amenità del genere !

Torniamo dunque al viaggio. Ieri mattina, al momento di ripartire  il camion Man balai non ne ha voluto sapere e siccome erano solo le 7 di mattina e siccome ha una batteria da 24 volt siamo dovuti andare a cercare i cavi per la batteria…perchè ovviamente i nostri erano dentro una cassa caricata in fondo al camion e sotto a tutto ! Così abbiamo aspettato le 8, l’apertura di un garage Daf che ci ha prestato un booster e ci siamo rimessi in strada. A mezzogiorno siamo arrivati a Lione e in un’ora e 40 abbiamo caricato tutto il materiale medico. A quel punto, pronti a rimettere in moto il mezzo, di nuovo ci siamo trovati con la batteria a terra ! Bene, un bell’inizio non c’è che dire ! I medici avevano di che aiutarci ma a quel punto siamo entrati nel panico, davvero non avremmo mai più potuto spegnere il camion? Capirai, con la puzza e il fumo che fa – abbiamo pensato – minimo Greenpeace si metterà sulle nostre tracce.

E poi…poi è cominciata la pioggia e in questo splendido camion la pioggia scivola sul parabrezza all’esterno e anche all’interno, e in più sul tetto ci sono dei buchi lasciati da alcune viti e bulloni smontati e quindi ci è piovuto dentro fino all’inverosimile…Altro? Bè sì, se guardate sulla cartina dov’è Ales vedrete che è in una bella zona, patria del vino rosso di Coté de Rhone, ma in mezzo alle colline e quindi in mezzo a curve, ponticelli stretti, alberi bassi e via così!

Dormiamo in una casa che abbiamo affittato bellissima, ma raggiungerla è stata davvero un’avventura ! DSCN7184.JPG Il bello è stato che mentre i nostri autisti avanzavano a piedi per vedere se potevamo passare con i camion mi si avvicina un signore, vestito da lavoro, che stava zappando la terra, e mi comincia a parlare…Sui 65 anni….era un italiano di Avellino, ancora con un accento fantastico del sud, trasferito qui dal 1951 con i suoi figli. Simpaticissimo e disponibile…incontrato in piena campagna francese !

Leggenda degli Eroi: l’avventura cominciaultima modifica: 2009-10-22T09:57:31+02:00da elicara
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento